Giornata della Memoria 2017

…una lettera che torna indietro. Un timbro nero sulla sinistra, quasi di sbieco, dai caratteri male impressi sulla busta bianca ormai un poco sgualcita …

Empfänger Unbekannt Destinatario sconosciuto.

Un carteggio che si interrompe, dunque.

Saranno le voci di Max e Martin a svelarci il perché.

Destinatario sconosciuto è tratto da un testo rimasto “sepolto” per 60 anni e che soltanto nel 2000 è tornato nelle librerie. Di Katherine Kressmann Taylor, scrittrice americana di origine tedesca, l’opera tratta il tema dell’antisemitismo in modo originale ed insolito.

Martin e Max, soci in affari e amici fraterni, si separano nel 1932, quando Martin decide di tornare in Germania con la famiglia e lascia, così, la California. Comincia tra i due una fitta corrispondenza: si raccontano le loro vicende private e di lavoro, ma via via commentano sempre più spesso gli avvenimenti storici che stanno accadendo in Europa. In poco tempo tra i due amici si crea una distanza sempre più profonda e, alla fine, incolmabile: man mano che Hitler in Germania rafforza il proprio potere, Martin si lascia conquistare dal fascino della ideologia nazista, mentre Max – ebreo – paga con la perdita della sorella il tradimento dell’amico.

Nel reading del IL LEGGIO, il testo epistolare si intreccia con l’altro libro della medesima autrice, Senza ritorno, datato1942, anch’esso da considerarsi, quindi, un “romanzo militante”. Il tema del consenso nella Germania nazista si rafforza con la vicenda di Erika, giovane studentessa della facoltà di teologia di Berlino appartenente alla Chiesa luterana, che testimonia l’aggressione del regime alle strutture e alle istituzioni della comunità cristiana tedesca.

Elaborazione del testo di Sandra Tassi.

Letture di: Maria Donata Gavioli, Luca Paolini, Santo Pirronello, Sonia Righi, Sandra Tassi.