Gli innamoramenti – Javier Marias

Javier Marias – Gli innamoramenti
Einaudi 2012

María Dolz, la voce narrante del libro, lavora in una casa editrice e ogni mattina vede una coppia che la incuriosisce per la loro armonia e sintonia. Lui è Miguel Desvern, lei Luisa, ma Maria conoscerà solo dopo i loro nomi quando Miguel viene pugnalato da un parcheggiatore. Maria li considerava la coppia perfetta e rimane stupita dalla loro assenza una mattina.
Un altro personaggio è Javier Diaz-Varela, l’amico di Miguel che è segretamente innamorato di Luisa. Ora Javier può consolare Luisa e farla innamorare di lui. “Nessuno accetta più che le cose a volte succedano senza che vi sia un colpevole” (p.56) afferma Maria, e che occorre sempre qualcuno cui dare la colpa, un capro espiatorio. Miguel fa anche una richiesta a Javier: di occuparsi di Luisa e dei bambini se succedesse una disgrazia e lui non ci fosse più, quasi presago di ciò che sarebbe accaduto. Infatti Miguel si ammala veramente di un melanoma all’occhio che non ha cure e dà solo da 4 a 6 mesi di vita (pagg 261-262) e l’amico sarà indeciso se dare atto al bisogno di Miguel di una morte incerta. Javier è convinto che ora che Miguel è morto Luisa piano piano lo dimenticherà e si abituerà al nuovo compagno, sempre presente accanto a lei. Intanto Maria Dolz si innamora di Javier Diaz-Varela e per caso ode una conversazione che non le lascia dubbi sull’identità dell’assassino di Miguel, ma la verità verrà dimenticata perché lei non è una poliziotta.

Il libro è interessante quando il lettore scopre la verità a metà romanzo ma segue i sentimenti di Maria, che prova un misto di amore e di paura per Javier e attraversa le fasi dell’innamoramento per lui seguite da dubbi. Maria non può smettere di essere innamorata di Javier neanche sapendo quello che ha fatto e vuole rimanere fino all’ultimo la sua donna, prima che lui scelga Luisa. Lei non lo denuncia perché è innamorata e preferisce lasciare che non ci siano prove del mandante dell’assassinio.
Il tema del libro è l’amore o meglio l’innamoramento di vari personaggi: “quando qualcuno è innamorato, o più precisamente quando lo è una donna e per di più è all’inizio e l’innamoramento possiede ancora l’attrattiva della rivelazione, in generale siamo capaci di interessarci a qualsiasi argomento che interessi o di cui ci parli colui che amiamo”(p. 134). All’inizio Maria vede una coppia perfetta, complice, che ride, scherza e che rappresenta la felicità massima cui si possa arrivare. Nel proseguo del libro però l’innamoramento c’è sia da parte di Javier verso Luisa, sia da parte di Maria verso Javier e queste due persone non potranno mai instaurare un rapporto come quello di Miguel e Luisa perchè Javier pensa solo a Luisa e Maria non gli impone più di tanto la sua presenza. Maria ama Javier che ama Luisa :in questa catena nessuno è veramente soddisfatto e soprattutto ricambiato come lo erano i due amanti dell’inizio.
Miguel forse si era accorto che il suo amico era innamorato di Luisa ed è per questo che gli chiede, se gli succedesse una disgrazia, di occuparsi di Luisa e dei suoi figli. Miguel però non aveva dubbi sull’amicizia di Javier e ha un presentimento di ciò che sarebbe successo. L’avvocato Derville dice una frase significativa: “Noi vediamo ripetersi sempre gli stessi sentimenti malvagi, niente li corregge, i nostri studi sono fogne che nessuno potrà mai ripulire” (p.133)
Il libro ci parla della formazione dell’amore, della morte, e ci pone dubbi sulla concezione classica dell’amore: qui l’amore di Maria scavalca la rivelazione che ha avuto e lei accetta Javier in tutto il suo essere, pregi e difetti.
É interessante che Javier si senta meno colpevole perché è un mandante e non l’esecutore materiale e le osservazioni che fa sul racconto “Il colonnello Chabert” di Balzac, che torna dopo essere stato ritenuto morto, affermando che sarebbe meglio che i morti restassero dove sono. Javier, parlando con Maria, le dice: “Hai capito che per me i miei desideri sono al di sopra di ogni considerazione e di ogni freno, scrupolo e lealtà”. Qui Javier si confessa egoista e che il suo obiettivo è passare insieme a Luisa quel che resta della sua vita. Il gesto di Javier però può essere visto anche come di generosità nei confronti dell’amico ammalato di tumore all’occhio, quindi l’amicizia che supera la morte e il problema dell’eutanasia.

Rossella Ballotta