Fotologie

Dov’è il mio potere sulle parole?
Parole cadute sul fondo d’una lacrima,
solo parole che non possono risuscitarli,
descrizione morta come una vecchia fotografia.
Neppure a un mezzo respiro so destarli,
io, Sisifo, incatenato all’inferno della poesia.
Vengono a noi. E duri come il diamante
tagliano silenziosi le vetrine
dall’esterno rilucenti,
le finestre di alloggetti accoglienti,
gli occhiali rosa, i cervelli, i cuori di vetro.

(Wistawa Szymorska, Riabilitazione)

I versi riportati, tratti dalla raccolta “La gioia di scrivere”, chiariscono il senso della scelta che IL LEGGIO – in collaborazione con il fotografo Daniele Affranti – assegna al reading dal titolo FOTOLOGIE.

Il “discorso attraverso la scrittura della luce” trova perfetta assonanza con il “discorso poetico per immagini” di cui Wistawa Szymorska è una delle interpreti più suggestive del Novecento.

In questa prospettiva, infatti, la fotografia può essere intesa come linguaggio dell’attimo – tanto che sono i momenti dell’inquadratura e dello scatto a «creare» la realtà dell’istante – così come la parola è «creatrice» nel suo pronunciarsi: entrambi, dunque, sono equivalenti artistici che esprimono la transitorietà più estrema dell’esistenza, vivificano la realtà dell’attimo ma poi non possono più resuscitarlo.

La fotografia che segnala l’evento, e ne costituisce il richiamo visivo, racconta storie sovrapposte, che – uniche e irripetibili – sfumano altresì l’una nell’altra, originando nuove storie: la tenda che compare in primo piano pare aprire un sipario su una molteplicità di scene diversamente leggibili, attraverso linguaggi individuali, o anche non precisamente codificabili come i segni che compaiono sui due teli delle tende scostate.

Grazie al contesto culturale creato dal Festival della Filosofia 2017, in cui a Modena vengono presentate diverse e sfaccettate prospettive di riflessione sul tema delle ARTI, la mostra fotografica di Affinati accostata alle letture dei testi di Szymorska e messe in scena da IL LEGGIO, esplicitano il loro significato specifico in merito all’arte della narrazione.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.